Centro Manipura, via Citolo da Perugia, 26 - 35138 Padova
tel. 049 651601




Centro Manipura

Home

 

Massaggi Bioenergetici

 

Da non perdere

 

Accademia KaraKorum: Percorso formativoAyurveda

Yoga/Shiatsu/MTC e Insegnanti Yoga


Corsi
  - Yoga

  - Accademia

     Shiatsu

  - Accademia

     Ayurveda

  - Corsi per

     massaggiatori

 

  - Altre discipline
 
Seminari


Serate Culturali
  - Musica Indiana
  - Conferenze
  - Danza Indiana

 

Viaggi Manipura

 

Contatti

 

Porte aperte

 

Offerte di Lavoro

 






Viaggiare dentro se stessi

Centro di Filosofie e Discipline Orientali

Il Centro Manipura nasce a Padova nel 1996 come Centro Yoga, Ayurveda, Shiatsu e discipline filosofie-orientali con l’obiettivo di promuovere la divulgazione delle discipline e delle filosofie con attività di studio, pratiche di ricerca e di meditazione indiane, buddiste, zen per cercare di integrarle nell’individuo con lo scopo di migliorare la qualità del pensiero umano, le attitudini e sviluppare la consapevolezza.

Nel corso di questi anni il Centro ha promosso due Accademie triennali per operatori in Ayurveda e Shiatsu, ha organizzato incontri, seminari, gruppi di studio di meditazione, di ricerca, concerti di musica indiana con autorevoli maestri e musicisti indiani, conferenze pubbliche, ritiri di meditazione, yoga per favorire la qualità della vita.

Inoltre  propone corsi di tecniche di massaggio orientali e occidentali che sono rivolti a tutte le persone del settore del benessere ma anche a coloro che hanno il desiderio di apprendere e conoscere metodi per favorire il rilassamento e avere esperienze interessanti per possibilità lavorative.

Om Shanti 


ATTENZIONE

 

SI COMUNICA CHE IL CENTRO MANIPURA HA SOSPESO TUTTE LE ATTIVITA'

 

Tenuto conto delle indicazioni formulate dal Comitato tecnico scientifico di cui all’articolo 2 dell’ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile in data 3 febbraio 2020, n. 630, nelle sedute del 2, 3 e 4 marzo 2020, cui è seguito il decreto ministeriale emesso ufficialmente in data 4 Marzo 2020

 

In base alle nuove disposizioni, che verranno trasmesse, si avrà cura di comunicare aggiornamenti sulle attività previste

 

 

 

IMPORTANTE: Per  informazioni sulle nostre attività, corsi, Accademie di Ayurveda e MTC , Seminari....  potete contattarci telefonicamente (è stato attivato il trasferimento di chiamata dal fisso del Centro Manipura al mobile) o scriverci una email al seguente indirizzo: manipurapd@libero.it

GRAZIE


Sono aperte le iscrizioni per il nuovo percorso 2021

 dell'ACCADEMIA TRIENNALE  "ZANSKAR"   di 450 ore per la Formazione Professionale per OPERATORE/NATUROPATA in AYURVEDA/YOGA

e

 dell'ACCADEMIA di 4 anni "KARAKORUM" di 700 ore per la Formazione Professionale per OPERATORE/NATUROPATA in AYURVEDA/YOGA-SHIATSU/MTC

 

Il percorso è proposto in due modalità che si possono scegliere in base ai propri impegni:

1) Frequenza mensile (domenica/lunedì) o

2) Serale: ogni giovedì e 3 rientri mensili che si potranno svolgere di sabato/domenica o domenica/lunedì)

E’ previsto uno sconto per chi si iscrive entro e non oltre il 30 Aprile 2020 sulla quota annuale 2021

P.S. Se ti iscrivi e porti un amico che inizia il percorso accademico con te potrai avere un ulteriore sconto sulla quota del 1° anno!!!

Ancora pochi posti!!

 

Richiedi alla segreteria la scheda informativa

 con costi e modalità di iscrizione

 

 

Qui di seguito il Programma dell'Accademia Triennale di 450 "Zanskar", il programma dell'Accademia di 4 anni da 700 ore "Karakoum" è possibile vederlo alla voce " Accademia Karakorum: Percorso formativo Ayurveda/Yoga-Shiatsu/MTC e Insegnanti Yoga

 

Che cos’è l’Ayurveda?

L'Ayurveda è la Medicina Tradizionale Indiana, probabilmente il sistema di medicina naturale più antico di cui l'uomo abbia memoria; già dalla sua definizione tradizionale se ne intuisce l'ampiezza, essa infatti recita: "L'Ayurveda è la scienza che descrive gli stati della vita vantaggiosi e quelli sfavorevoli, insieme a ciò che è buono e ciò che è nocivo per la vita, che tratta della lunghezza della vita e della vita stessa." L'Ayurveda infatti si occupa di tutti gli aspetti per l’armonia di corpo, mente e spirito cercando in entrare nel profondo del sé, conoscere la Prakriti (costituzione fisica), i Dosa: Vata, Pitta, Kapha (nature e attributi), la Vikrti (aggravamenti e accumuli di tossine nell’organismo e nella costituzione) i vari trattamenti per andare a riequilibrare l’ordine bioenergetico del sistema per ritornare all’equilibrio… L’Ayurveda si fonde completamente nello Yoga, si dice che possa essere Madre o figlia, sorella o cugina……sicuramente non sono inscindibili anzi sono l’identificazione dell’una sull’altra, complementari.

 

Informazioni generali

- Il percorso è indirizzato a coloro che desiderano conseguire una formazione qualificata di Naturopata in Ayurveda; inoltre è rivolto a coloro che desiderano approfondire un percorso personale di conoscenza ed evoluzione individuale attraverso la Pratica. Il percorso è aperto a tutti, in particolare a operatori olistici, fisioterapisti, massaggiatori, operatori di centri estetici, Spa, erboristi, operatori della sanità, studenti e praticanti Yoga, operatori ayurvedici, insegnanti Yoga/Ayurveda/Arti Marziali…che desiderano approfondire maggiormente la Conoscenza; alle persone che hanno come obiettivo il percorso formativo con motivazioni serie, decise e autentiche attraverso lo studio e la pratica costante, determinata dall’etica, dalla conoscenza e dalla disciplina. 

 

L’ammissione al corso sarà visionata mediante un colloquio con l’insegnante.

-          La formazione: gli incontri saranno 1 volta alla settimana (giovedì) più 3 rientri di sabato e domenica

a) 1° Anno: 95 ore frontali , ogni  giovedì dalle 19.45 circa alle 22.30 circa da Marzo/Dicembre , escluso il  mese di Agosto + 3 rientri mensili da 16 ore ciascuno (sabato/domenica). E' consentito il 10%di ore di assenza per ogni anno per poter accedere al successivo anno di formazione, ore non recuperabili in caso di assenza, nel caso si consiglia di avvertire la segreteria.

b)  2°Anno: 110 ore frontali , ogni  giovedì dalle 19.45 circa alle 22.30 circa da Marzo/Dicembre , escluso il  mese di Agosto + 3 rientri mensili da 16 ore ciascuno (sabato/domenica). E' consentito il 10%di ore di assenza per ogni anno per poter accedere al successivo anno di formazione, ore non recuperabili in caso di assenza, nel caso si consiglia di avvertire la segreteria.

c)   3°Anno:  113 ore frontali , ogni  giovedì dalle 19.45 circa alle 22.30 circa da Marzo/Dicembre , escluso il  mese di Agosto + 2 rientri mensili da 16 ore ciascuno (sabato/domenica). E' consentito il 10%di ore di assenza per ogni anno per poter accedere alla conclusione del percorso formativo professionale, ore non recuperabili in caso di assenza, nel caso si consiglia di avvertire la segreteria.

Formazione e titolo rilasciati:

a)     Coloro che frequentano e porteranno alla conclusione il percorso completo dell’Accademia verrà rilasciato l’Attestato di Formazione Professionale di Naturopata/Operatore Ayurveda dopo aver superato l’esame che consisterà in una tesi, la prova pratica di alcuni Trattamenti Ayurvedici e alcuni argomenti insegnati nell’arco dello svolgimento dell’Accademia.

b)     Durante lo svolgimento di ogni anno accademico verranno richieste delle tesine da svolgere allo studente inerenti agli argomenti svolti.

c)      Il periodo degli esami finali sarà comunicato agli studenti con notevole preavviso

Attestato di Formazione Professionale

Al termine del percorso di formazione da 450 ore verrà rilasciato un attestato di formazione professionale, riconosciuto su tutto il territorio nazionale secondo la legge 14 Gennaio 2013 n° 4 che disciplina le disposizioni in materia di professioni non organizzate. In seguito l’allievo potrà effettuare la registrazione nelle liste di associazioni di categorie, tramite i registri professionali privati. La professione di operatore del benessere, olistico e bioenergetico, è considerata attività legittima ai sensi della Costituzione Italiana (art. 3, 4, 35, 41) e dal Codice Civile (art. 2060, 2061, 2229), purché non si sconfini in campi d’azione riservati alle professioni sanitarie propriamente dette (medica, fisioterapica, infermieristica). E' però di tutta evidenza che l'abilità di un operatore olistico che voglia collaborare con centri, associazioni, enti oppure lavorare in proprio, sarà valutata non certo dal numero di attestati in suo possesso ma dalla sua concreta abilità.

 

Chi è l’Operatore in Ayurveda od Olistico?

L’Operatore Olistico non è un guaritore nè un terapeuta, bensì, egli ha il compito di indurre in ciascun individuo, che si sottoponga ai suoi trattamenti, il risveglio dell’energia vitale, promuovendo una armoniosa integrazione tra mente conscia e corpo fisico, al fine di permettere alla persona di percepire e riconoscere in se stessa, gli strumenti necessari, atti a mantenere il proprio equilibrio psico-fisico o a recuperarlo, avviando, così, un processo di armonizzazione. L’Operatore Olistico NON PROMUOVE MASSAGGI ESTETICI, NON prescrive medicine o rimedi, opera sulla superficie del corpo e NON entra in conflitto con la medicina ufficiale, ma collabora con quest’ultima, in vista del benessere globale della persona. Questi corsi essenzialmente pratici sono riservati a chiunque voglia approfondire la conoscenza di sé oppure apprendere le tecniche di trattamento olistico per operare in maniera autonoma.

Programma del Percorso Accademico

Principi Fondamentali

-         Che cos'è l'Ayurveda? Introduzione alle Origini dell’Ayurveda e dello Yoga: la relazione stretta tra Ayurveda e Yoga, cosa significa studiare e praticare le due filosofie e discipline

-          Il rapporto tra Shishya (Allievo) e Guru (Maestro), conoscere ed interpretare Sadhana e Abhyāsa la pratica costante.

-          Fondamenti teorici e principi generali e Cosmologia Ayurveda: il punto di vista “cosmologico”, Samkhya e Ayurveda. Concetti sulla Creazione, Purusa, Prakriti, Dosha…

-          Le astanga, o le otto branche specialistiche dell'ayurveda

-          Visione Vedica dell’uomo e dell’esistenza, realizzazione dei quattro obiettivi: Dharma, Kama, Artha e Moksha

-          Ashtanga Yoga: gli otto stadi dello Yoga

a)      Yama (norme etiche)

b)       Niyama (purificazione e studio)

c)      Asana (posture)

d)       Prānāyāma (controllo del respiro)

e)       Pratyāhāra: ritrazione dei sensi dagli oggetti; astrazione dal mondo; isolamento sensoriale

f)       Dhāranā: concentrazione

g)      Samādhi: congiunzione con l'oggetto della meditazione; assorbimento della coscienza nel sé

-          Annullare le modificazioni della mente: Chitta Vritti Nirodha

-          Pramāna: l'ideale; Viparyaya: il punto di vista errato; Vipalka: l'immaginazione e la fantasia; Nidra: stato di assenza, stato dormiente

-          Molecole, atomi e Paramanu

-          Il concetto di Tridosha: attributi del Vayu, Pita, Kapha

-          Fisiologia: Srotas (canali circolatori), Agni (il fuoco digestivo metabolico), Ama (tossine metaboliche)

-          I processi di salute e malattia, il Prajna-aparadha “errore dell’intelletto”

-          Punti Marma

-          Prakriti (costituzione fisica)

-          I Vayu, i Pita, i kapha e le loro cinque sezioni

-          Le principali localizzazioni dei Dosha

-          Rasa, Virya e Vipaka

-          I sette Dathu, i Mala, Agni, Ama e la sua trasformazione

-          Classificazione delle facoltà mentali, classificazione delle malattie, manifestazioni patologiche, nomi delle malattie

-          Anatomia: I Dosha e i 15 sub-dosha

-          I guna

-          Come comprendere la propria costituzione fisica e cognitiva (Prakriti), quali gli aggravamenti

-          Le tre nadi principali (Sushumna, Ida, Pingala)

-          Nadi, i molteplici canali attraverso cui il prana circola nel corpo energetico

-          I sette Chakra principali, approfondimenti

-          Shakti: L'energia femminile divina

-          Come rendere lo Yoga parte integrante della vita nella vita quotidiana come disciplina personale (sadhana)

-          La concentrazione

 

Medicina Pratica:

-          Esame del ricevente, della malattia

-          Nidana o Eziologia

-          Contatti alterati tra i sensi e i loro oggetti, effetti stagionali, ......

-       Varietà o tipi di malattie, prognosi, trattamento, metodi di preparazione dei medicamenti, succo, polvere, infusione decozione,        pasta, nomi di ricette e di medicamenti, dieta

 

I rimedi naturali: le piante Officinali Ayurvediche

Haritaki, Triphala, Tri-Katu, Brahmi, Hingu, Madhu, Ghrita, e tante altre

 

Malattie e loro trattamento: Principi Fondamentali per

-          Febbre, tosse, bronchite, asma, raffreddori, dolori, ...... e tante altre con collegamento alla mitologia Indiana

 

Trattamenti Ayurvedici: Principi Fondamentali delle tecniche bio-energetiche per il riordino degli aggravamenti

Principi Fondamentali per tecniche bio-energetiche dei trattamenti: classificazione delle tecniche

-          Shehana o trattamento con gli oli

-          Shiro e Mukha Abhyangam (Massaggio della testa, viso, collo e spalle)

-          Abhyangam: massaggio regolare tradizionale indiano a 2, 4, 6, 8 mani

-          Abhyangam del Nord: massaggio secondo le regole della tradizione indiana

-          Abhyangam del Sud (massaggio degli otto, dei guerrieri spirituali): massaggio secondo le regole della tradizione indiana

-          Padabhyangam (Il massaggio alle piante dei piedi)

-          Udvartana o lo sfregare il corpo con polveri

-          Pindasveda o Navarakizhi

-          Kaya-Seka o Pizhichil

-          Muryabhyangam e dhara localizzato (Trattamento per aggravamento Vata per le articolazioni e catene muscolari)

-          Thaimai, Rhutumai, Shantala: il massaggio per la maternità, la gravidanza, il neonato e il bambino interiore. Allineamento Chakra

-          Sirodhara o versare olio sulla testa (Il massaggio di Shiva)

-          Massaggio stimolazione Marma

 

Cucina Indiana

-          Principi fondamentali della cucina indiana

-          Gusti, sapori, colori, profumi....


 

DOMENICA 10 MAGGIO 2020

INCONTRO STUDIO

 “IL prānāyāma NELLA CULTURA RITUALE

e MEDICA DELL’INDIA”

con il Prof. Ordinario dell’Università di Padova Fabrizio Ferrari

“Il prānāyāma nella cultura rituale e medica dell’India”

A partire dal periodo vedico, la guarigione dalle malattie e la longevità dipendevano principalmente da esorcismi e riti magici intesi a salvaguardare la vita e a proteggere la regolarità e continuità dei soffi vitali. Nel periodo successivo, con l’affermarsi di varie tradizioni ascetiche, l’abilità di regolare il respiro (prānāyāma) diviene funzionale al controllo della mente, del cuore e del corpo mentre la sua interruzione e/o regolazione consente di distruggere malattie, colpe e peccati, e permette la liberazione. A partire dai primi secoli d.C., forme di controllo del respiro sono attestate in testi mitologici, rituali, normativi e filosofici, e riflettono una pratica largamente diffusa tesa ad ottenere una lunga vita o persino l’immortalità. La tradizione āyurvedica ha invece sempre rifiutato di considerare il prānāyāma e i potenziali aspetti positivi della sua pratica. L’intervento propone una ricostruzione delle più antiche forme di controllo del respiro ed esamina le ragioni storiche e ideologiche per cui la classe medica indiana ha ignorato tale pratica fino al XX secolo, quando varie forme di Yoga sono state integrate nell’Āyurveda.

 

 

Professore Fabrizio Ferrari, Professore Ordinario insegna presso il Dipartimento di Scienze Storiche, Geografiche e dell'Antichità (DiSSGeA) qui di seguito alcune note biografiche del Docente

 

DIPLOMI

1999: Laurea in Lingue e Letterature Orientali (hindi, sanscrito), Università Ca’ Foscari Venezia: 110 e lode

2005: Ph.D. (Middle Bengali literature and Bengali folk religions), Department of the Languages and Cultures of South Asia, SOAS (School of Oriel and African Studies), University of London

2007: SOAS (School of Ontariental and African Studies), University of London: Post-doctoral Research Associate in the Study of Religions.

2009: Postgraduate Certificate in Teaching in Higher Education (MA equivalent), University of Chester

POSIZIONI ACCADEMICHE

Professore ordinario di storia delle religioni

Dipartimento di Scienze Storiche, Geografiche e dell’Antichità (DiSSGeA)Università degli Studi di Padova

2012–2018: Professor of Religious Studies, Department of Theology and Religious Studies, University of Chester

2009–2012: Senior Lecturer in Religious Studies, Department of Theology and Religious Studies, University of Chester

2007– 2009: Lecturer in Religious Studies, Department of Theology and Religious Studies, University of Chester

2006–2007: Teaching assistant (Study of Religions; South Asian Religions). Department of Religious Studies, School of Oriental and African Studies, University of London

 

 

ll seminario è rivolto a chi pratica e insegna Yoga, Ayurveda, Shiatsu, MTC, a medici, erboristi, operatori del benessere, estetiste, operatori naturopati bioenergetici, studenti, curiosi, studiosi, a tutti coloro che desiderano comprendere, approfondire, conoscere

 

Orari

Domenica pomeriggio 14.00 alle 18.00 circa

 

Le iscrizioni sono aperte

Per informazioni e iscrizioni: Centro Manipura 049 651601

e-mail: manipurapd@libero.it


ATTENZIONE

Si comunica che per l'emergenza Corona virus

 il seminario del 5 Aprile con il

Prof.Grossato è stato rinviato a data data da destinarsi

 

DOMENICA 5 APRILE  2020

SEMINARIO DI YOGA, AYURVEDA e MTC

Malattia e guarigione

nella prospettiva spirituale della medicina indiana e cinese

 

con il Prof. Alessandro Grossato Indologo, storico delle religioni e analista geopolitico, docente incaricato di religioni non cristiane presso la Facoltà Teologica del Triveneto a Padova

  Argomenti del Seminario:

 

Introduzione

 

·        Complementarietà storica e operativa della medicina indiana e cinese.

 

1. Scoprendo il santuario del proprio corpo

 

·        Macrocosmo e microcosmo: ovvero spirito, anima e corpo.

 

·        Corpo, respiro e mente.

 

·        Ascesi del corpo fisico e psichico.

 

·        La nozione di corpo sottile e la distribuzione dei suoi centri e canali all’interno e all’esterno del corpo.

 

·        L’importanza della respirazione, sia grossolana che sottile, e la sua circolazione interna.

 

 

    2. Malattia, guarigione e immortalità

 

·        La malattia come sintomo di uno squilibrio sia psicofisico che spirituale.

 

·        La malattia come occasione di riorientamento spirituale della vita.

 

·        Una farmacopea tratta dai tre regni naturali.

 

·        Longevità e immortalità.

 

Prof. Alessandro Grossato: Indologo, storico delle religioni e analista geopolitico, Alessandro Grossato è docente incaricato di Religioni non cristiane presso la Facoltà Teologica del Triveneto a Padova. Ha insegnato nelle Università di Padova (Storia dell’Islam Indiano e Indonesiano), Gorizia (Storia e Istituzioni dell’Asia Meridionale), e Trento (Pensiero islamico). Ha fondato e diretto assieme a Francesco Zambon la Collana Viridarium della Fondazione Giorgio Cini di Venezia, e assieme a Carlo Saccone i Quaderni di Studi Indo-Mediterranei dell’Università di Bologna. Oltre a numerosi saggi e studi indologici, di storia comparata delle religioni e di geopolitica, è autore di monografie come Navigatori e viaggiatori veneti sulla rotta per l’India. Da Marco Polo ad Angelo Legrenzi, Olschki, Firenze 1994; Il libro dei simboli. Metamorfosi dell’umano tra Oriente e Occidente, Mondadori, Milano 1999; Il mito della Fenice in Oriente e in Occidente, Marsilio, Venezia 2004. Ha curato diverse opere collettive, fra le quali La montagna cosmica, Medusa, Milano 2010, Le Tre Anella. Al crocevia spirituale tra Ebraismo, Cristianesimo e Islam, Edizioni dell’Orso, Alessandria 2013, Miti e simboli dell’arcobaleno, Mimesis, Milano 2019, curato la traduzione e l’edizione dell’opera di F.D.K. Bosch, Il Germe d’oro. Un’introduzione al simbolismo indiano, Adelphi, Milano 2017, e collaborato alla traduzione di René Daumal, Lanciato dal pensiero, Adelphi, Milano 2019. Socio dell’Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente (Is.I.A.O.) e dell’Associazione Italiana per gli Studi Cinesi (AISC), nel periodo 1984-89 ha partecipato alla Missione Archeologica Italiana in Nepal. Dal 2011 è Senior Fellow dell’Istituto di Politica diretto da Alessandro Campi, e membro del comitato di direzione della Rivista di Politica edita da Rubbettino. Dal 2016 è membro del comitato scientifico del Centro di Filologia e Medievistica Indo-Mediterranea (FIMIM) dell’Università di Bologna.

 

Il seminario è rivolto a chi pratica e insegna Yoga, Ayurveda, Shiatsu, MTC, a medici, erboristi, operatori del benessere, estetiste, operatori naturopati bioenergetici, studenti, curiosi, studiosi, a tutti coloro che desiderano comprendere, approfondire, conoscere

 

Orari

Sabato: Mattino dalle 9.30 alle 12.30/13.00 circa

Pomeriggio 14.00 alle 17.00 circa

 

Le iscrizioni sono aperte

Per informazioni e iscrizioni: Centro Manipura 049 651601

e-mail: manipurapd@libero.it


 

SABATO 13 e DOMENICA 14 GIUGNO  2020

SEMINARIO CULTURALE

Dottrine, simboli e metodi realizzativi del Tantrismo indiano

 

con il Prof. Alessandro Grossato Indologo, storico delle religioni e analista geopolitico, docente incaricato di religioni non cristiane presso la Facoltà Teologica del Triveneto a Padova

 

Argomenti del Seminario:

 

Preambolo introduttivo

1. Le lontane origini sciamaniche del Tantrismo. L’esempio

della tradizione Bön e Dzogchen.

 

I. Dottrine

2. Viva e Buddha. Principali differenze dottrinali e di metodo

realizzativo fra il Tantrismo hindu e buddhista.

 

3. Tantrismo vaiva, vaispava e vakta.

 

4. Il Kalacakra e gli 84 Siddha.

II. Iconografie e simboli

5. L’iconografia tantrica hindu.

6. L’iconografia del Buddhismo esoterico indo-tibetano.

7. Yantra e mapdala.

III. Metodi realizzativi

8. Kundalini Yoga: visualizzazione e attivazione di centri e canali del "corpo di luce"

9. Mantra e Pranayama.

10. La via diretta e immediata.

 

Prof. Alessandro Grossato: Indologo, storico delle religioni e analista geopolitico, Alessandro Grossato è docente incaricato di Religioni non cristiane presso la Facoltà Teologica del Triveneto a Padova. Ha insegnato nelle Università di Padova (Storia dell’Islam Indiano e Indonesiano), Gorizia (Storia e Istituzioni dell’Asia Meridionale), e Trento (Pensiero islamico). Ha fondato e diretto assieme a Francesco Zambon la Collana Viridarium della Fondazione Giorgio Cini di Venezia, e assieme a Carlo Saccone i Quaderni di Studi Indo-Mediterranei dell’Università di Bologna. Oltre a numerosi saggi e studi indologici, di storia comparata delle religioni e di geopolitica, è autore di monografie come Navigatori e viaggiatori veneti sulla rotta per l’India. Da Marco Polo ad Angelo Legrenzi, Olschki, Firenze 1994; Il libro dei simboli. Metamorfosi dell’umano tra Oriente e Occidente, Mondadori, Milano 1999; Il mito della Fenice in Oriente e in Occidente, Marsilio, Venezia 2004. Ha curato diverse opere collettive, fra le quali La montagna cosmica, Medusa, Milano 2010, Le Tre Anella. Al crocevia spirituale tra Ebraismo, Cristianesimo e Islam, Edizioni dell’Orso, Alessandria 2013, Miti e simboli dell’arcobaleno, Mimesis, Milano 2019, curato la traduzione e l’edizione dell’opera di F.D.K. Bosch, Il Germe d’oro. Un’introduzione al simbolismo indiano, Adelphi, Milano 2017, e collaborato alla traduzione di René Daumal, Lanciato dal pensiero, Adelphi, Milano 2019. Socio dell’Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente (Is.I.A.O.) e dell’Associazione Italiana per gli Studi Cinesi (AISC), nel periodo 1984-89 ha partecipato alla Missione Archeologica Italiana in Nepal. Dal 2011 è Senior Fellow dell’Istituto di Politica diretto da Alessandro Campi, e membro del comitato di direzione della Rivista di Politica edita da Rubbettino. Dal 2016 è membro del comitato scientifico del Centro di Filologia e Medievistica Indo-Mediterranea (FIMIM) dell’Università di Bologna.

 

Il seminario è rivolto a chi pratica e insegna Yoga, Ayurveda, Shiatsu, MTC, a medici, erboristi, operatori del benessere, estetiste, operatori naturopati bioenergetici, studenti, curiosi, studiosi, a tutti coloro che desiderano comprendere, approfondire, conoscere

 

Orari

Domenica: Mattino dalle 9.30 alle 12.30/13.00 circa

Pomeriggio 14.00 alle 17.00 circa

 

Le iscrizioni sono aperte

Per informazioni e iscrizioni: Centro Manipura 049 651601

e-mail: manipurapd@libero.it


Tutte le informazioni riportate in questo portale sono a scopo divulgativo dell'Ayurveda, Yoga, Shiatsu, MTC, Meditazione, Materie Olistiche..... quindi non sono riferibili nè a prescrizioni nè a consigli medici

IMPORTANTE NOVITA' !!!!!!!!!

RICONOSCIMENTO NORMATIVO DEI NATUROPATI

Con la Legge n°4 del Gennaio 2013

 è stata riconosciuta la Professionalità di quelle figure non Provviste di Albo professionale OVVERO, tra gli altri, anche i NATUROPATI. Pertanto i titoli conseguiti nel settore della Naturopatia oggi aprono nuovi sbocchi professionali finora preclusi in Italia, previa iscrizione ad Associazioni Professionali di Settore che garantiscono il rispetto di regole deontologiche e l’effettiva preparazione nelle materie Olistiche e Naturali provvedendo anche a corsi di aggiornamento per i propri iscritti.

In virtù di ciò il Centro Manipura,

associato all'Unione Naturopati & Operatori Discipline Naturali,

PROPONE

i corsi di formazione, di aggiornamento, Accademie triennali per Naturopata Operatore di Ayurveda, Shiatsu, Tecniche di Manipolazione dei trigger Points…altro



Per informazioni e prenotazioni contattare il Centro via email o telefonicamente.
 

"CENTRO MANIPURA"
VIAGGIARE DENTRO SE STESSI
Via Citolo da Perugia, 26 - 35138 Padova
Tel. 049 651601
e-mail:manipurapd@libero.it
P.I. 03264510284


U.N.A. Unione Naturopati

Unione Naturopati & Operatori Discipline Naturali

 

Centro Manipura
Viaggiare dentro se stessi

Via Citolo da Perugia, 26
35138 Padova
tel. 049 651601