Centro Manipura, via Citolo da Perugia, 26 - 35138 Padova
tel. 049 651601




Centro Manipura

Home

 

Massaggi Bioenergetici

 

Da non perdere

 

Accademia KaraKorum: Percorso formativoAyurveda

Yoga/Shiatsu/MTC e Insegnanti Yoga


Corsi
  - Yoga

  - Accademia

     Shiatsu

  - Accademia

     Ayurveda

  - Corsi per

     massaggiatori

 

  - Altre discipline
 
Seminari


Serate Culturali
  - Musica Indiana
  - Conferenze
  - Danza Indiana

 

Viaggi Manipura

 

Contatti

 

Porte aperte

 

Offerte di Lavoro

 






Viaggiare dentro se stessi

Centro di Filosofie e Discipline Orientali

Il Centro Manipura nasce a Padova nel 1996 come Centro Yoga, Ayurveda, Shiatsu e discipline filosofie-orientali con l’obiettivo di promuovere la divulgazione delle discipline e delle filosofie con attività di studio, pratiche di ricerca e di meditazione indiane, buddiste, zen per cercare di integrarle nell’individuo con lo scopo di migliorare la qualità del pensiero umano, le attitudini e sviluppare la consapevolezza.

Nel corso di questi anni il Centro ha promosso due Accademie triennali per operatori in Ayurveda e Shiatsu, ha organizzato incontri, seminari, gruppi di studio di meditazione, di ricerca, concerti di musica indiana con autorevoli maestri e musicisti indiani, conferenze pubbliche, ritiri di meditazione, yoga per favorire la qualità della vita.

Inoltre  propone corsi di tecniche di massaggio orientali e occidentali che sono rivolti a tutte le persone del settore del benessere ma anche a coloro che hanno il desiderio di apprendere e conoscere metodi per favorire il rilassamento e avere esperienze interessanti per possibilità lavorative.

Om Shanty


L’ india e la sua arte

 

CONCERTO DI MUSICA INDIANA PER


TABLA e SITAR

GIOVEDI' 03 MAGGIO 2018

ORE 20.30

CON PARTHO SAROTHI (Sarod) e STEFANO GRAZIA (Tabla)

Partho Sarothi

Partho Sarothi è uno degli esponenti di maggior rilievo della musica classica indiana contemporanea, e che vanta una storica collaborazione con il leggendario Ravi Shankar, suo guru musicale.

Artista di fama internazionale, si esibisce oltre che in India anche in Europa e in America dove ha riscontrato un enorme successo di critica e di pubblico per il stile altamente raffinato caratterizzato da grande precisione tecnica e da una rara sensibilità musicale.

Musicalmente Partho Sarothi si è formato alla scuola di Dhyanesh Khan (figlio di Ali Akbar Khan -probabilmente il più grande sarodista del '900) per poi successivamente entrare a partire dal 1980 tra i pochissimi allievi selezionati di Ravi Shankar, con il quale ha poi effettuato numerosi tour in Europa e America, come componente stabile del suo ensemble musicale (tra gli altri membri dell'ensemble, la figlia di Ravi Shankar, Anoushka Shankar).

 

 

Stefano Grazia

Stefano Grazia è stato uno dei primi in Italia, nel 1978,  a studiare Tabla e la musica Indiana e nell’ambito di un percorso di numerosi anni, ha avuto diversi insegnamenti dai maestri più qualificati di varie tradizioni musicali (gharana) quali Farrukabad, Delhi, Benares & Punjab. Il suo primo insegnante è stato nel 1979 il Maestro Pt. Sankha Chatterjee di Calcutta da cui ha appreso l’arte delle Tabla per oltre 15 anni. Più recentemente, dal 2005 ha intrapreso gli studi della gharana di Benares dal Maestro Pt. Pooran Maharaj e dal suo allievo Shri Nihar Mehta, egli stesso grande virtuoso di fama internazionale. Dal 1999 ha iniziato l’attività concertistica, accompagnando numerosi musicisti indiani di fama internazionale in Italia e all’estero in oltre 100 concerti. Nel 2007 ha preso parte al festival Internazionale di Akko (Israele) come membro dell’Ensemble Ananké.


SEMINARIO INTENSIVO

di Otto Lezioni sul Tantrasāra l’Essenza dei Tantra di Abhinavagupta tenute dal

Prof. Mark Dyczkowski

 

 

Corso di Otto Lezioni sul Tantrasāra l’Essenza dei Tantra di Abhinavagupta tenute

dal Prof. Mark Dyczkowski

Verso la meta del nono secolo in Kashmir avviene un’esplosione di grande ispirazione spirituale da cui nascono una varietà di visioni non-dualiste Śivaite che si esplicitano in maniera sistematica e formale. A raffica appaiono trattati di grande elevazione spirituale e filosofica, il primo e’ il Śivasūtra, rivelato da Śiva a Vasugupta seguito dalle Stanze della Vibrazione del suo discepolo Kallatabha che presenta, l’essenza del suo insegnamento chiamandolo la Dottrine della Vibrazione. Appare un pò prima di Śivadrsti, La Visione di Śiva, che espone il ‘non-dualismo del Signore’, dottrina tramandata da Śiva fino a Somānanda per quindici generazioni. Segue l’importantissimo trattato del suo discepolo Utpaladeva chiamato l’Īśvarapratyabhijñā, la Recognizione del Signore, che espone una filosofia Śivaita non-dualista di quello stesso nome. Insieme ad essi emergono nella valle del Kashmir due scuole più chiaramente radicate nelle scritture Śivaite, questa è la scuola Krama rivelata dalla dea Kālī l’altra, si chiama, Trika. In giro di poco più di cent’anni, fino all’arrivo del grande Abhinavagupta, si forma così una letteratura ispirata originariamente da Śiva stesso quindi più autorevole, che non si collegano direttamente alle correnti delle scritture tantriche, anche se si abbinano ad esse e, sommariamente, sono considerate autorevoli. Nonostante la loro indipendenza formale dalle scritture Śivaite, hanno il grande merito di fornire più visioni, delle loro ‘filosofie’ in chiave non-dualista e l’essenza della loro prassi in quella perspettiva. Erano, in altre parole il prodotto di una esegesi profonda e molto elevata. A questo punto il giovane Abhinavagupta incontra il suo Maestro Śambhunātha che fa di lui in maniera formale e tradizionale un iniziato della scuola Trika. Non solo lo avvia verso la pienezza della liberazione in vita, ma con il potere della grazia della Dea della Conoscenza, il trasporto ad un passo dalla sua completa realizzazione. Śambhunātha era discepolo di un certo Sumati discepolo di un Bhairavācārya del sud India. Tutti i grandi conoscitori non solo dei Trika Tantra, ma anche dei Tantra di tutte e cinque le correnti delle scritture Śivaite, venivano venerate dai Maestri i Trika Tantra e ritenuti i più eccellenti: il Mālinīvijayottara, venne collocato all’apice come l’essenza di tutti gli insegnamenti dei Tantra, non solo dei Trika. “Bruciando dal fervore infondatogli dalla Grande Luce (Mahāprakāśa) della realtà unica Senza Superiore (Anuttara)”, il giovane, grande Abhinavagupta si propone di trasmettere gli insegnamenti del Mālinīvijayottara comprese quelle di tutte le scritture Śivaite di cui è appunto l’essenza. Già da giovanissimo era a conoscenza delle esegesi Śivaite delle scuole suddette sostenuto da uno studio profondo della grammatica e letteratura insieme ai grandi sistemi filosofici, si propone di fare luce sui Tantra e nasce così il Tantrāloka: la Luce sulle Sacre Scritture. I Tantra si occupano per lo più di rito e Yoga: la metafisica che vi si trova serve solo a sostenerli. Fornisco cosmologie, forme di yoga ed ontologie stratificate che servono come mappa delle tappe di ascensione dell’anima dell’iniziato che si innalza verso la trascendenza, oltre i travagli dei livelli in cui e soggetto alla reincarnazione. Il Tantrāloka è un’opera di vasta dimensione che tratta di queste molteplici ascesi rappresentate dalle fonti in moltissime forme. Quelle selezionate, Abhinavagupta non solo spiega, ma anche, quando serve, le giustifica confrontando più perspettive. Facendo uso degli strumenti esegetici dei sistemi precedentemente citati, e integrando con altri fatti da Abhinavagupta stesso, si presenta una esegesi brillante, bellissima ed estremamente dettagliata di insegnamenti dei Tantra da lui identificato come i più essenziali insieme a quelli che ha appreso direttamente dalla bocca del suo Maestro Śambhunātha. Nonostante che sia sempre molto attento a non sprecare una sola parola il suo trattato si estende per oltre 5.500 versetti riferendosi ad oltre 150 testi. Tutto ciò per esporre il rito, lo Yoga del Mālinīvijayottara che Abhinavagupta presenta nel contesto dei riti e forme di Yoga selezionati dalle scritture Śivaite. Il risultato è un’opera senza pari che si estende per tutto il percorso dei grandi sistemi tantrici del suo tempo presentati da un Maestro di pura, autentica levatura spirituale. Consapevole della difficoltà di affrontare un trattato di tanta ampiezza, il Maestro propone un riassunto di misura relativamente modesta chiamato Tantrasāra, l’Essenza dei Tantra. In questo seminario di otto lezioni presentiamo delle chiavi di lettura che ci permetteranno sia di comprendere che applicare i suoi insegnamenti. Si spera così di gettare un fondamento per la pratica e l’approfondimento degli insegnamenti della scuola Trika raccolti nel Tantrāloka.

Prof.Mark Dyczkowski, indologo inglese, è stato iniziato dal grande maestro indiano SWAMI LAKSMANJOO nel 1976.Ha conseguito la laurea presso la Benares Hindu University e Ph.D.presso la Oxford University, dove ha svolto ricerche sullo Shivaismo sotto la guida del Prof. Alexis Sanderson. Inoltre dal 1985 al 1990 è stato associato di ricerca della Sampurnananda Sanskrit University di Benares e dal 1990 al 2005 è stato membro per la ricerca “all’Indira National Centre for the Arts (l’istituzione più grande di ricerca indologica del mondo)”, per loro ha prodotto un’edizione critica con un’introduzione e note ampia pari a 14 volumi del Manthanabhirava Tantra. Nella recensione di questo Lavoro, il Professore David White scrive le seguenti parole ”Mark Dyczkowski è lo studioso più originale e ad ampio raggio di “Tantra Indù” dell’attuale generazione, se non di tutti i tempi”. In queste raccolte ha scritto altri quattro libri che trattano del Shivaismo del Kashmir e del Tantrismo ed è considerato una delle massime autorità mondiali dello Shivaismo Tantrico. E’ affiliato con le maggiori istituzioni accademiche in India ed ha tenuto conferenze nelle Università di Europa, Stati Uniti e India. Nel 1980 si è addottorato in Studi sul Sanscrito con specializzazione in Shivaismo kashmiro presso l'università di Oxford. E’ autore di numerosi testi e pubblicazioni che riguarda il Tantrismo Hindu e anche di pubblicazioni sulle scritture tradizionali del Tantra, letteratura più studiata e apprezzata al mondo. Oltre al Suo percorso accademico e conferenziere molto attivo è un eccellente musicista di Sitar che porta sempre con sé come parte della Sua anima.

Ha studiato Sitar per tutti questi anni, il suo attuale insegnante è il grande Maestro di Sitar Budhaditya Mukherjee: durante questi anni di studio ha raccolto oltre 1.500 composizioni per Sitar e a partire dagli anni ’70 ha eseguito pubbliche performance in vari paesi tra cui l’India. Ha tenuto conferenze ed esibizioni musicali in numerosi paesi in Europa, Asia e America, è un sitarista molto noto a Benares dove tiene regolari performance pubbliche ed è altamente considerato dall’ambiente dei musicisti indiani e degli amanti della musica. Dr. Mark Dyczkowski vive a Varanasi (Benares) da circa 40 anni, sui ghat del Gange dove insegna agli studenti di Shivaismo Kashmiro e pratica la musica.

Il seminario di svolgerà in 8 incontri suddivisi 4 nel mese di Maggio/Giugno e 4 nel mese di Settembre

Date:

Giovedì 10, 24, 31 Maggio e

Giovedì 7 Giugno e

Giovedì 06, 13, 20, 27 Settembre

Orario: dalle 19.45 alle 22.15 circa

Per info e iscrizioni contattare:

Alessandra (Centro Manipura)

Via Citolo da Perugia, 26 Padova

Tel. 049 651601

e-mail: manipurapd@libero.it

www.centromanipura.it


SEMINARIO di SPIRITUALITA’

Relatore

Prof. VICENZO PACE

 

 

LUNEDI’ 14 MAGGIO

 

Orario: 9.30/12.30

"La ricerca spirituale al di là dei confini delle religioni storiche"

 

Argomenti del Seminario:

 

-  Riflessioni sullo Yoga per comprenderne il vero significato: preghiera, ascolto, allineamento, trascendenza o moda,tendenza, puro fitness da praticare in palestra, in strutture poco affini per la ricerca interiore improvvisato da “Guru” che non conoscono la loro religione criticandola e, spesso, hanno poca conoscenza di ciò che propongono.

-   Sguardi sulle altre religioni, sui vari modi di credere, cosa significa credere, sui grandi interrogativi che stanno a fondamento delle religioni.

-    La ricerca spirituale cos’è? A chi appartiene? Come viene proposta e vissuta?

PROF. VICENZO PACE

Professore Ordinario di Sociologia Generale presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Padova. E’ docente, sempre presso la stessa Facoltà, anche di Sociologia della Religione e Teorie della Complessità. Inoltre, insegna, Islam and Human Rights nell’ European Master on Human Rights and Democratization. Ha conseguito la Laurea in Giurisprudenza all’Università di Padova (1968) e la laurea in Filosofia all’Università di Padova (1973).

 

I Suoi Principali temi di ricerca: Teoria dei sistemi e religione; i fondamentalismi; la sociologia dell’islam; i movimenti religiosi di tipo messianico e millenaristico; il neo-pentecostalismo.

 

Ha Pubblicato:

PACE ENZO, BUTTICCI ANNALISA, Le religioni pentecostali, Carocci, Roma 2010.

 

PACE ENZO, Raccontare Dio. La religione come comunicazione, Il Mulino, Bologna 2008

 

PACE ENZO, Introduzione alla sociologia delle religioni, Carocci, Roma 2007.

 

PACE ENZO, Religion as communication. The Changing shape of Catholicism in Europe, in Ammerman Nancy (a cura di),Everyday Religion, Oxford University Press, Oxford 2007, pp. 37-50.

 

PACE ENZO, Globalization and the Conflict of Values in the Middle Eastern Societies, in Berger Peter, Beaman Lori (a cura di), Religion, Globalization, and Culture, Brill, Leiden 2007.

 

PACE ENZO, A Peculiar Pluralism, in “Journal of Modern Italian Studies”, 12 (1), 2007, pp. 86-100.

 

PACE ENZO, Extreme Messianism. The Chabad Movement and the Impasse of Charisma, in “Horizontes Antropologicos”, 27, 2007, p. 37-48.

 

PACE ENZO, Sociology of Religion: the State of Art, in Révay Edit, Tomka Miklos (a cura di), Eastern European Religion, Pazmany Tardsadalomtudomany, Budapest 2006, pp. 13-32.

 

PACE ENZO, Martyrdom e Fundamentalism, in Ritzer George (a cura di), Encyclopedia of Sociology, Blackwell, London 2006, pp. 1813-1816 e 2799-2882.

 

PACE ENZO, Salvation Goods, the Gift Economy and Charismatic Concern, in “Social Compass”, 51, 2006, pp. 49-64.

 

PACE ENZO, Sociologia dell’islam, Carocci, Roma 2005 (nuova edizione), (tr. in portoghese).

 

PACE ENZO, L’Islam in Europa. Modelli di integrazione, Carocci, Roma 2004.

 

PACE ENZO, Perché le religioni scendono in guerra, Laterza, Roma-Bari 2004.

PACE ENZO, GARELLI FRANCO, GUIZZARDI GUSTAVO (a cura di), Un singolare pluralismo, Il Mulino, Bologna 2003.

 

PACE ENZO, Politics of Paradise. Conflitti di religione e conflitti di identità prima e dopo l’11 settembre, in “Rassegna Italiana di Sociologia”, 1, 2003, pp. 25-42.

 

PACE ENZO, Politique de l’identité, religion et enjeu scolaire, in “Archives de Sciences Sociales des Religions”, 121, 2002, pp. 115-126.

 

PACE ENZO, Religione civile e contesti nazionali, in “Rassegna Italiana di Sociologia”, 2, 2000, pp.189-207.

 

PACE ENZO, Damanhur, de la religion à la politique, in “Ethnologie française”, 4, 2000, pp. 575-590.

 

PACE ENZO, GUOLO RENZO, I fondamentalismi, Laterza, Roma-Bari 2000 (tr.in castigliano).

 

PACE ENZO, Il regime della verità, Il Mulino, Bologna 1998 (nuova edizione ampliata).

 

PACE ENZO, ACQUAVIVA SABINO, La sociologia delle religioni. Problemi e prospettive, La Nuova Italia Scientifica, Firenze 1992 (tr. in francese, portoghese, croato e vietnamita).

 

 

E’ gradita la prenotazione

Costo 30€

 

Per info e iscrizioni contattare:

Alessandra (Centro Manipura)

Via Citolo da Perugia, 26 Padova

Tel. 049 651601

e-mail: manipurapd@libero.it

www.centromanipura.it

 


Tutte le informazioni riportate in questo portale sono a scopo divulgativo dell'Ayurveda, Yoga, Shiatsu, MTC, Meditazione, Materie Olistiche..... quindi non sono riferibili nè a prescrizioni nè a consigli medici

IMPORTANTE NOVITA' !!!!!!!!!

RICONOSCIMENTO NORMATIVO DEI NATUROPATI

Con la Legge n°4 del Gennaio 2013

 è stata riconosciuta la Professionalità di quelle figure non Provviste di Albo professionale OVVERO, tra gli altri, anche i NATUROPATI. Pertanto i titoli conseguiti nel settore della Naturopatia oggi aprono nuovi sbocchi professionali finora preclusi in Italia, previa iscrizione ad Associazioni Professionali di Settore che garantiscono il rispetto di regole deontologiche e l’effettiva preparazione nelle materie Olistiche e Naturali provvedendo anche a corsi di aggiornamento per i propri iscritti.

In virtù di ciò il Centro Manipura,

associato all'Unione Naturopati & Operatori Discipline Naturali,

PROPONE

i corsi di formazione, di aggiornamento, Accademie triennali per Naturopata Operatore di Ayurveda, Shiatsu, Tecniche di Manipolazione dei trigger Points…altro



Per informazioni e prenotazioni contattare il Centro via email o telefonicamente.
 

"CENTRO MANIPURA"
VIAGGIARE DENTRO SE STESSI
Via Citolo da Perugia, 26 - 35138 Padova
Tel. 049 651601
e-mail:manipurapd@libero.it
www.centromanipura.it
P.I. 03264510284


U.N.A. Unione Naturopati

Unione Naturopati & Operatori Discipline Naturali

 

Centro Manipura
Viaggiare dentro se stessi

Via Citolo da Perugia, 26
35138 Padova
tel. 049 651601