Centro Manipura, via Citolo da Perugia, 26 - 35128 Padova
tel. 049 651601




Centro Manipura

Home

 

Da non perdere

 

Percorso formativo insegnanti di Yoga


Corsi
  - Yoga

  - Accademia

     Shiatsu

  - Accademia

     Ayurveda

  - Corsi per

     massaggiatori

 

  - Altre discipline


  
Seminari


Serate Culturali
  - Musica Indiana
  - Conferenze
  - Danza Indiana

 

Viaggi Manipura

 

Contatti

 

Porte aperte

 

Offerte di Lavoro






 

INCONTRI PRECEDENTEMENTE SVOLTI

 


VENERDI 20 OTTOBRE 2006
Serata Culturale
Chiacchierata con un nostro concittadino Armeno
L'ARMENIA E LA SUA CULTURA.


VENERDI 6 APRILE 2007
Incontro aperto a tutti

Relatrice: Manuela Stocco
IL SIGNIFICATO DELLA PASQUA NELL'ASTROLOGIA SPIRITUALE


VENERDI 29 GIUGNO 2007

Incontro aperto a tutti

Relatrice: Manuela Stocco
ASTROLOGIA SPIRITUALE


CICLO DI CONFERENZE SULLA MUSICA INDIANA

lunedì 7 maggio 2007
lunedì 14 maggio 2007
lunedì 21 maggio 2007
Relatore: Dott. Stefano Grazia (Musicista, Indologo, Tablista)
3 serate finalizzate alla guida, all'ascolto e alla comprensione dei concetti estetici e musicali propri della musica indiana, onde permettere un ascolto consapevole della musica classica dell'India.


CICLO DI CONFERENZE "L'INDIA E LO YOGA"

Giovedì 3 aprile 2008
Giovedì 10 aprile 2008
Giovedì 17 aprile 2008

a cura di Stefano Grazia e dell'Associazione MUSA


GIOVEDI 19 GIUGNO 2008
Concerto con  il gruppo "VARANASI TRIO
"


GIOVEDI 26 GIUGNO 2008

Concerto di CANTO CLASSICO INDIANO
con La Musicista Indiana SANGEETA
accompagnamento alle Tabla - Stefano Grazia


MERCOLEDI 9 LUGLIO 2008

Speciale giornata CONFERENZA-CONCERTO
con il Musicista-Filosofo  MARK DYCZKOWSKI

Concerto per SITAR e TABLA
con Mark Dyczkowski 
e Stefano Grazia

 

 

SABATO 21 MARZO 2009
Incontro con
Dr. MUSTAFA RAZA - Musicista e suonatore di VICHITRA VINA

e

Dr. STEFANO GRAZIA Tablista, Indologo, Musicista

 


 

VENERDI 15 MAGGIO 2009
SPECIALE INCONTRO/CONFERENZA
con il Filosofo - Musicista MARK DYCZKOWSKI
Concerto per SITAR e TABLA
con Mark Dyczkowski 
e Stefano Grazia (ore 20.30)

 


 

SABATO 30 MAGGIO 2010

SEMINARIO YOGA

PRATYAHARA : ILI RITIRO DEI SENSI CHE PREPARA LA MEDITAZIONE,

PASSAGGIO DALL'ESTROVERSIONE ALL'INTROVERSIONE

conduce il Maestro Enrico Scapin

 


 

RASSEGNA MEDITAZIONE

venerdì 18 dicembre 2009 dalle 20.00 alle 23.00 circa

Argomento: Distruggere la casa costruita dall'ego
venerdì 29 gennaio 2010 dalle 20.00 alle 23.00 circa
Argomento: Le quattro nobili verità

 


Ciclo di tre incontri

sulle più importanti tecniche meditative della tradizione tibetana
per sciogliere le tensioni e apprezzare la vita, secondo gli insegnamenti del dott. Akong Tulku Rinpoche.

TRASFORMARE LE EMOZIONI IN SAGGEZZA
con Renato Mazzonetto
MEDITAZIONE: LO STATO NATURALE DELLA MENTE
giovedì 21 gennaio 2010, ore 20.30-22.30
Tecniche per rilassare corpo e mente nel quotidiano.
Quando il corpo e la mente sono rilassati, la meditazione avviene da sè, e la mente può ricaricarsi spontaneamente.

IL SENTIERO VERSO LA FELICITÀ
giovedì 28 gennaio 2010, ore 20.30-22.30
Imparare a sentire le emozioni e a riconoscerne la saggezza è il sentiero che porta alla felicità.
Esercizi e tecniche di visualizzazione secondo gli insegnamenti del dott. Akong Tulku Rinpoche.

LA FELICITÀ È IL SENTIERO
Da giovedi 4 febbraio 2010, ore 20.30-22.30
Diventando amici delle nostre emozioni ci trasformiamo e il nostro sentiero diventa la felicità stessa.
La tecnica del TONG-LEN utilizza le emozioni come supporto per sviluppare Compassione e Beatitudine inseparabili.

RENATO MAZZONETTO, laureato in Filosofia all’Università di Padova, è il rappresentante ufficiale per l'Italia del Kagyü Samye Ling, il primo centro di Buddhismo Tibetano in Occidente.
Dopo aver completato 2 periodi di ritiro in Scozia, per un totale di 7 anni, secondo la tradizione Karma Kagyü, nel 1997 è stato riconosciuto insegnante di Meditazione e Filosofia Buddhista. Da allora ha tenuto corsi e conferenze in Italia, Germania, Sud Africa e Zimbabwe.
Ha avviato i centri Samye Dzong di Vicenza, Padova, Venezia, Assisi e Roma. Collabora con varie case editrici per pubblicazioni sul Buddhismo.
È il presidente dell’associazione umanitaria ROKPA Italia onlus.

 


INCONTRO-SEMINARIO YOGA - "SCIENZA DELLA MENTE" CON IL MAESTRO SWAMI YOGASWARUPANANDA

GIOVEDI' 5 APRILE 2012

SWAMI YOGASWARUPANANDA VICE PRESIDENT AND TRUSTEE OF THE DIVINE LIFE SOCIETY RISHIKESH, INDIA SHRI SWAMI YOGASWARUPANANDA, dello Sivananda Ashram di Rishikesh (India). Attualmente è vice presidente della DIVINE LIFE SOCIETY, creata da Swami Sivananda Maharaj (che operò anche come medico) con lo scopo di diffondere la conoscenza spirituale attraverso libri, conferenze, scuole di yoga, ma principalmente attraverso il lavoro dedicato agli altri. Shri Swami Yogaswarupananda insegna yoga presso l’Accademia Reale del Nepal, tiene corsi sulla Bhagavad Gita presso la Yoga Vedanta Forest Academy di Rishikesh, è istruttore alla Royal Nepal Airlines, e autore del testo “Guida pratica allo Yoga” basato sugli insegnamenti personali di Swami Chidananda, presidente della Divine Life Society. Dice infatti Swami Chidananda nell’introduzione del libro: “Yoga è una scienza sacra e la sua pratica è primariamente un processo spirituale, anche se basato sul corpo fisico, sul respiro ....."


CICLO DI INCONTRI DI MEDITAZIONE BUDDHISTA 2012/2014


INCONTRO-SEMINARIO YOGA - "YAMA e NIYAMA" CON IL MAESTRO SWAMI YOGASWARUPANANDA

GIOVEDI' 11 APRILE 2013

SWAMI YOGASWARUPANANDA VICE PRESIDENT AND TRUSTEE OF THE DIVINE LIFE SOCIETY RISHIKESH, INDIA SHRI SWAMI YOGASWARUPANANDA, dello Sivananda Ashram di Rishikesh (India). Attualmente è vice presidente della DIVINE LIFE SOCIETY, creata da Swami Sivananda Maharaj (che operò anche come medico) con lo scopo di diffondere la conoscenza spirituale attraverso libri, conferenze, scuole di yoga, ma principalmente attraverso il lavoro dedicato agli altri. Shri Swami Yogaswarupananda insegna yoga presso l’Accademia Reale del Nepal, tiene corsi sulla Bhagavad Gita presso la Yoga Vedanta Forest Academy di Rishikesh, è istruttore alla Royal Nepal Airlines, e autore del testo “Guida pratica allo Yoga” basato sugli insegnamenti personali di Swami Chidananda, presidente della Divine Life Society. Dice infatti Swami Chidananda nell’introduzione del libro: “Yoga è una scienza sacra e la sua pratica è primariamente un processo spirituale, anche se basato sul corpo fisico, sul respiro ....."


CICLO DI INCONTRI DI MEDITAZIONE BUDDHISTA 2014/2015


INCONTRO-SEMINARIO YOGA  e CONCERTO di MUSICA CLASSICA INDIANA

LUGLIO 2014
con il Maestro-Prof. MARK DYCZKOWSKI


Concerto per SITAR e TABLA
con Mark Dyczkowski 
e Stefano Grazia


INCONTRO-SEMINARIO YOGA - "RAJA YOGA" CON IL MAESTRO SWAMI YOGASWARUPANANDA

SABATO 25 APRILE 2015

SWAMI YOGASWARUPANANDA VICE PRESIDENT AND TRUSTEE OF THE DIVINE LIFE SOCIETY RISHIKESH, INDIA SHRI SWAMI YOGASWARUPANANDA, dello Sivananda Ashram di Rishikesh (India). Attualmente è vice presidente della DIVINE LIFE SOCIETY, creata da Swami Sivananda Maharaj (che operò anche come medico) con lo scopo di diffondere la conoscenza spirituale attraverso libri, conferenze, scuole di yoga, ma principalmente attraverso il lavoro dedicato agli altri. Shri Swami Yogaswarupananda insegna yoga presso l’Accademia Reale del Nepal, tiene corsi sulla Bhagavad Gita presso la Yoga Vedanta Forest Academy di Rishikesh, è istruttore alla Royal Nepal Airlines, e autore del testo “Guida pratica allo Yoga” basato sugli insegnamenti personali di Swami Chidananda, presidente della Divine Life Society. Dice infatti Swami Chidananda nell’introduzione del libro: “Yoga è una scienza sacra e la sua pratica è primariamente un processo spirituale, anche se basato sul corpo fisico, sul respiro ....."


CONFERENZA PRESENTAZIONE LIBRO: 7D

VENERDI' 22 MAGGIO 2015  con Dott.ssa Ester Boccasso, Dott.ssa Lisa Buoso, Dott.ssa Irene Leo


INCONTRO-SEMINARIO YOGA  e CONCERTO di MUSICA CLASSICA INDIANA

GIUGNO  2015
con il Maestro-Prof. MARK DYCZKOWSKI

Dr. Mark Dyczkowski, indologo inglese, è stato iniziato dal grande maestro indiano SWAMI LAKSMANJOO nel 1976. Ha conseguito la laurea presso la Benares Hindu University e Ph.D.presso la Oxford University, dove ha svolto ricerche sullo Shivaismo sotto la guida del Prof. Alexis Sanderson. Inoltre dal 1985 al 1990 è stato associato di ricerca della Sampurnananda Sanskrit University di Benares e dal 1990 al 2005 è stato membro per la ricerca “all’Indira National Centre for the Arts (l’istituzione più grande di ricerca indologica del mondo)”, per loro ha prodotto un’edizione critica con un’introduzione e note ampia pari a 14 volumi del Manthanabhirava Tantra. Nella recensione di questo Lavoro, il Professore David White scrive le seguenti parole ”Mark Dyczkowski è lo studioso più originale e ad ampio raggio di “Tantra Indù” dell’attuale generazione, se non di tutti i tempi”. In queste raccolte ha scritto altri quattro libri che trattano del Shivaismo del Kashmir e del Tantrismo ed è considerato una delle massime autorità mondiali dello Shivaismo Tantrico. E’ affiliato con le maggiori istituzioni accademiche in India ed ha tenuto conferenze nelle Università di Europa, Stati Uniti e India. Nel 1980 si è addottorato in Studi sul Sanscrito con specializzazione in Shivaismo kashmiro presso l'università di Oxford. E’ autore di numerosi testi e pubblicazioni che riguarda il Tantrismo Hindu e anche di pubblicazioni sulle scritture tradizionali del Tantra, letteratura più studiata e apprezzata al mondo. Oltre al Suo percorso accademico e conferenziere molto attivo è un eccellente musicista di Sitar che porta sempre con sé come parte della Sua anima. Ha studiato Sitar per tutti questi anni, il suo attuale insegnante è il grande Maestro di Sitar Budhaditya Mukherjee: durante questi anni di studio ha raccolto oltre 1.500 composizioni per Sitar e a partire dagli anni ’70 ha eseguito pubbliche performance in vari paesi tra cui l’India. Ha tenuto conferenze ed esibizioni musicali in numerosi paesi in Europa, Asia e America, è un sitarista molto noto a Benares dove tiene regolari performance pubbliche ed è altamente considerato dall’ambiente dei musicisti indiani e degli amanti della musica. Dr. Mark Dyczkowski vive a Varanasi (Benares) da circa 40 anni, sui ghat del Gange dove insegna agli studenti di Shivaismo Kashmiro e pratica la musica.


Concerto per SITAR e TABLA
con Mark Dyczkowski 
e Stefano Grazia


WORKSHOP e CONCERTO di MUSICA CLASSICA INDIANA

SETTEMBRE  2015
con il Maestro-Prof. MARK DYCZKOWSKI


Concerto per SITAR e TABLA
con Mark Dyczkowski 
e Stefano Grazia

 

Stefano Grazia, laureato in Storia Orientale ha iniziato nel 1979 lo studio dei Tabla presso l’ IIMC (Fondazione CINI di Venezia), con il Maestro Sankha Chatterjee di Calcutta. Nel 2000 ha dato origine al progetto MUSA e a diverse collaborazioni musicali tra cui quella con l’ensemble ANANKE’ effettuando diverse tournée all’estero, tra cui anche Israele. Ha accompagnato in concerto innumerevoli celebri musicisti indiani sia in Italia sia in Europa. Dal 2005 sta perfezionando la propria formazione musicale con il Maestro Pooran Maharaj membro della più importante famiglia di Tablisti di Benares. Tiene conferenze sulla musica e cultura indiana e sulle tematiche interculturali tra Oriente e Occidente promuove concerti di musica indiana classica e rassegne interculturali tra le musiche d'Oriente e d'Occidente, fra le quali “La via della Seta” (2004),“La Seta e il Cotone”(2006)“,L’India e l’Occidente”(2006/2008) e vari Festival dell’Oriente

 

Argomento del seminario: " RAGA e TALA ", COME INTRODUZIONE AI MANTRA

La parola RAGA  (nel nord dell’India) o Ragam (nel sud dell’India) deriva dal sanscrito e significa “colore” o “passione”. Il Raga appartiene alla tradizione musicale indiana. Un raga si basa su una scala con un dato insieme di note disposte in un tipico ordine, ottenute enfatizzando certi gradi della scala, da cui derivano caratteristici motivi musicali. Attualmente si stanno utilizzando centinaia di raga diversi ma molti altri sarebbero possibili. Nel nord dell’India, i raga sono classificati in base a circostanze quali l’umore, la stagione, l’ora ed altro, mentre, nel sud dell’India, i raga sono raggruppati in base alle caratteristiche tecniche delle loro scale. L’artista cerca di creare uno stato d’animo o di rendere una atmosfera (rasa) tipica di quel particolare raga. Tradizionalmente si attribuivano ai raga effetti soprannaturali quali ad esempio  piogge ed incendi. Uno spettacolo raga in genere dura mezz’ora o più e può anche essere totalmente o parzialmente improvvisato.

La parola TALA è ritmo-ciclo che parte all'inizio di un gat (composizione) e mostra la giusta musica-tempo che può essere veloce, media o lenta senza  soluzione di continuità fino alla fine del gat, o anche fino alla fine del raga. Abbiamo molti cicli della nostra vita: cicli naturali, come il cambio di notturno e diurno e cicli innaturali come dividendo il giorno in 24 ore o dividendo la settimana in sette giorni e tutte le tala-cicli di un raga, se ha giocato bene, si susseguono come le perle di una collana.

Il momento più importante della tala è il sam (giunto, unione), che di solito è la prima Matra (battuta) del ciclo. Il secondo più importante è il battito khali (vuoto), che è la parte non sollecitata del tala. Il sam non è solo l'inizio del tala, ma anche un elemento conclusivo. Molte frasi (tan, tihai) termina il sam.

Lo stesso periodo di battute potrebbe essere diviso in diverse tala, utilizzando diversi sistemi di divisione. Le 16 battute possono essere riprodotti come tintala, sitarkhanitala, o anche aditala.Naturalmente, ci sono alcune regole che raccontano la tala appropriato per una composizione. I campioni audio che è possibile ascoltare con il tala s elencati sono in madhya (medio) tempo e tutti sono lunghi 4 cicli. In vilambit (lento) tempo o anche in ati-vilambit (molto lento) tempo, che si può sentire soprattutto in performance vocali, il tala ha una diversa-set bol, le sollecitazioni sono costanti, per cui i battiti, stressati o atone, rimangono invariati. In caso di tintala è possibile ascoltare una variazione vilambit.

PROGRAMMA DELL’INCONTRO-SEMINARIO YOGA

  • Studio della musicalità e del tempo
  • Studio del beneficio sulla mente della musicalità e del ritmo attraverso i Mantra
  • Studio combinato dei versetti in Sanscrito dei Mantra
  • L’importanza del canto, della parola, del Linguaggio per collegarsi alla dimensione della Consapevolezza libera
  • Meditare e Meditazione del Respiro

INCONTRO-SEMINARIO YOGA  e CONCERTO di MUSICA CLASSICA INDIANA

9/10 LUGLIO  2016

con il Maestro-Prof. MARK DYCZKOWSK

ARGOMENTO DEL SEMINARIO del 09/10 Luglio 2016

L'Ascensione della Dea in India: breve storia dell'evoluzione del femminile in India dai Veda fino ad oggi, recitazione dei mille nomi di Kaalii....Un viaggio dai Veda ai Tantra sulle trecce della Grande Dea e le sue tante forme.

Una breve storia del divino femminile in India, attraverso le panoramiche letterarie e dei contributi storici che hanno testimoniato i cambiamenti e gli sviluppi delle forme di credenze religiose nel subcontinente indiano attraverso le immagini e gli aspetti della Dea, che hanno notevolmente acuito l'importanza e la sua complessità nel tempo.

In tutte le fasi di studio, ricerca, di osservazione del seminario, verranno annotate le relazioni delle Dee con gli Dei, osservando le molte varietà del pantheon femminile e gli esseri soprannaturali femminili, le loro funzioni nell'economia del Sacro. Allo stesso tempo verrà esaminata la divinità Vedica mettendo l'accento di come può vivere in un ambiente fortemente ed essenzialmente predominate e largamente dominata dal maschile.

Si osserverà come la Dea comunque emerge e gradualmente prende un posto importante, alla ribalta nella Vita e nella comunità; come viene ad assumere lo status dell'essere Supremo interiormente anche nelle forme esteriori, spostandosi e moltiplicandosi nei vari siti di culto.

Si studierà l'interpretazione della sua comparsa per la prima volta di Grande Dea (Mahadevi) in un inno trovato nel testo Markandeya Purana chiamato Devimahatmya "La gloria della dea dedicata alla dea Durga"

Si studierà come in quel periodo o poco dopo nell'ambiente dei Tantra, una vera esplosione di forme divine femminili si intreccino, si affiancano ad innumerevoli tipologie di esseri femminili definite "Yoginiis" che frequentando il "Magno Bhairava Tantra" di Dio,  la Grande Dea prende una struttura meravigliosamente polimorfica.

Si studierà come il concetto maschile e femminile interagiscono tra loro mediante la loro ampia e varia natura e in base alle circostanze del momento che stanno attraversando e vivendo.

Infine dopo la presentazione e la conoscenza della "Dea" come per esempio Kali, imparare sotto forma di meditazione a recitare il suo mantra e i suoi mille nomi.

Concerto per SITAR e TABLA
con Mark Dyczkowski 
e Stefano Grazia

 

Stefano Grazia, laureato in Storia Orientale ha iniziato nel 1979 lo studio dei Tabla presso l’ IIMC (Fondazione CINI di Venezia), con il Maestro Sankha Chatterjee di Calcutta. Nel 2000 ha dato origine al progetto MUSA e a diverse collaborazioni musicali tra cui quella con l’ensemble ANANKE’ effettuando diverse tournée all’estero, tra cui anche Israele. Ha accompagnato in concerto innumerevoli celebri musicisti indiani sia in Italia sia in Europa. Dal 2005 sta perfezionando la propria formazione musicale con il Maestro Pooran Maharaj membro della più importante famiglia di Tablisti di Benares. Tiene conferenze sulla musica e cultura indiana e sulle tematiche interculturali tra Oriente e Occidente promuove concerti di musica indiana classica e rassegne interculturali tra le musiche d'Oriente e d'Occidente, fra le quali “La via della Seta” (2004),“La Seta e il Cotone”(2006)“,L’India e l’Occidente”(2006/2008) e vari Festival dell’Oriente


 

Centro Manipura
Viaggiare dentro se stessi

Via Citolo da Perugia, 26
35138 Padova
tel. 049 651601


[Home]  [Corsi]  [Seminari]  [Serate Culturali

© Copyright Centro Manipura 2006. Tutti i diritti riservati.